Pignoramento del Conto corrente? Cosa fare!

Pignoramento del Conto corrente? Cosa fare!

Il pignoramento del conto corrente è un'azione che, talvolta, le banche pongono in essere: si tratta di una misura coercitiva estrema che spesso, purtroppo, porta alla disperazione tantissime famiglie.

Improvvisamente, infatti, ci si trova senza neanche il denaro necessario per assolvere i pagamenti più basilari.

Tuttavia, esistono una serie di misure da attuare per evitare di trovarsi improvvisamente con le spalle al muro.

Ma in cosa consiste il pignoramento del conto corrente?

Sostanzialmente, l'istituto bancario cita in giudizio il correntista. A questo punto, ogni somma che arriverà sul conto, sarà automaticamente bloccata, fino a quando il giudice non si esprimerà con apposita sentenza.

La banca, inoltre, potrà adottare come misura quella del divieto di prelievo, impedendo quindi al correntista di prelevare il denaro necessario per vivere quotidianamente.

Una vera e propria azione coercitiva, ove il cittadino viene sostanzialmente messo con le spalle al muro. Tuttavia, vi sono una serie di azioni da poter prendere in considerazione, al fine di evitare di trovarsi in una simile circostanza.

Cosa fare in tal caso? La prima cosa da fare, potrebbe essere quella di chiedere una rateizzazione del debito.

Qualora la banca accettasse e decidesse di intercedere in tuo favore, potrai pagare la prima rata ed estinguere il debito attraverso un apposito piano di ammortamento delle spese.

Una volta fatto ciò, il tuo conto corrente tornerà ad essere utilizzabile, dandoti così la possibilità di prelevare il denaro di cui hai bisogno.

Tuttavia, è bene che tu sappia che per poter avere la possibilità di rateizzare il pagamento del debito e di dilazionarlo nel tempo, avrai sessanta giorni di tempo per fare richiesta alla banca.

Si tratta di una misura estrema, ma sappi che non sei il solo: molti, infatti, si trovano in condizione di non poter più pagare neanche una bolletta, e ad aggravare il tutto si aggiunge il fatto che con il conto corrente bloccato, non è possibile neanche prelevare il denaro per pagare i bolli necessari al tribunale.

In definitiva, quindi, grazie alle giuste strategie, e ad un valido sostegno legale, avrai la possibilità di difenderti dall'azione indiscriminata che talvolta le banche pongono in essere ai danni dei cittadini.

Grazie ad un lavoro capillare e preciso, infatti, lo strapotere di questi istituti bancari può essere contrastato senza troppi problemi: la cosa più importante, è non perdere la speranza, e non pensare mai che non si possa vincere a prescindere da ogni cosa.
 

Richiedi informazioni

Contattaci gratuitamente per richiedere informazioni

Accetto le regole sulla Privacy e Cookie

Accetta   Rifiuta